Sono passati tre anni dall'acquisizione di WhatsApp da parte di Facebook: l’imponenza dei numeri dei social (2 mld di iscritti Facebook, 1 mld di utenti giornalieri Whatsapp, per citare i due principali) pone il colosso di Zuckerberg in una posizione dominante, senza possibilità di appello dei competitor che possono soltanto restare a guardare.
È per questo che ogni decisione strategica che arriva dal social network in blu porta una rivoluzione.
 


Già qualche giorno fa avevamo parlato del lancio ufficiale di “Facebook Marketplace”, la piattaforma di compravendita che segna la salita di Facebook sul ring dei siti di annunci online, che soddisfa la necessità primitiva di "comprare-vendere-scambiare" su base locale grazie ai numeri e alle potenzialità degli algoritmi del social più popolare al mondo.
 


A pochi giorni di distanza è arrivato l'annuncio ufficiale di un altro servizio a lungo invocato dagli utenti: un'applicazione Whatsapp dedicata alle aziende.
L'annuncio è stato pubblicato sul blog ufficiale di WhatsApp, e pur non descrivendo nel dettaglio le funzionalità che verranno presto introdotte, descrive appieno lo spirito di questa novità: “Sappiamo che le aziende hanno esigenze diverse. Ad esempio, vogliono avere una presenza ufficiale, un profilo verificato (contrassegnato con una spunta verde, ndr), in modo che un utente possa facilmente distinguere il loro account da quello di un singolo individuo, e necessitano di un modo più semplice di rispondere ai messaggi che ricevono. Stiamo costruendo e testando nuovi strumenti, tramite l'applicazione WhatsApp Business, gratuita per le piccole attività, e tramite una soluzione enterprise per aziende di maggiori dimensioni che operano su larga scala con una base clienti globale, quali compagnie aeree, siti di e-commerce e banche. Queste aziende potranno usare le nostre soluzioni per inviare ai loro clienti notifiche utili, come ad esempio gli orari di un volo, conferme di avvenuta consegna, o altri aggiornamenti.”
 


Secondo numerose voci di corridoio, i test inizieranno in India.

Aspettiamo che arrivi anche da noi, e ci prepariamo a proporre questa soluzione studiandola per i nostri clienti: la riteniamo un'ottima opportunita per chi è sensibile ai rapporti con i consumatori finali, siano essi acquirenti di prodotti o fruitori di servizi.

 

Patrizio Orlandi
Responsabile commerciale e megadirettore galattico.